area riservata siti amici credits

DOUGLAS

denominazione botanica : Pseudotsuga Menziesii

famiglia : Pinaceae

denominazione commerciale : Douglas

tipo di legno : tenero (durezza di Janka 2,9 KN, media)

tipo di albero : conifera

profilo grezzo "massello"


esempi di variabilità di tessitura e fibratura grezza superficiale




Nota: se l’ingrandimento dei “rettangolini” di destra compare sul vostro monitor pari a circa 17 x 7 cm (e ciò è variabile a seconda dei monitor e delle impostazioni) allora starete vedendo la grandezza dell’immagine in scala reale, ed è come se il pezzo di legno stesse nelle vostre mani

Generalità.

Il Douglas è sostanzialmente un tipo di abete con areale spontaneo del Nord America, appartenente alla sottofamiglia Abietoideae della famiglia delle Pinaceae. Al riguardo può essere utile vedere lo specifico paragrafo, in cui si sintetizzano le affinità e le diversità delle Pinaceae utilizzate per la produzione di serramenti :
- sottofamiglia Abietoideae : abete rosso , abete bianco, douglas , hemlock ;
- sottofamiglia Pinoideae : pino silvestre e pitch-pine ;
- sottofamiglia Laricoideae : larice .

Il Douglas è un albero maestoso, tra i più alti per altezza raggiunta nel mondo (dopo la sequoia della California). L'altezza si aggira attorno ai 60÷75 m e più mentre la larghezza anche ai 1,5-2 m di diametro. L'esemplare più alto conosciuto è stato nominato "Doerner Fir", alto 100,3 m , si trova nella zona dell'East Fork Brummit Creek nell'Oregon, il più largo invece è il "Queets Fir", con un tronco di 4,85 m di diametro, nella Queets River valley, (Parco nazionale di Olympic), stato di Washington. Generalmente vive 500 anni, occasionalmente può raggiungere i 1.000 anni.
Il nome comune deriva dal botanico scozzese David Douglas, che lo scoprì nel 1824 durante un viaggio in Nord-America


Distribuzione.

L'abete di Douglas o duglasia costiera (Pseudotsuga Menziesii) , detto anche impropriamente Pino dell'Oregon, è una conifera sempreverde originaria e molto diffusa nelle regioni costiere del Nord America, dal Canada alla California. Particolarmente diffusa negli stati di Washington e Oregon, in California si trova sulle Klamath Mountains fino a raggiungere a sud la Sierra Nevada. Il suo habitat varia dal livello del mare sino ad un'altezza di 1.800 m s.l.m. . Appartiene al genere Pseudotsuga, del quale è la specie più conosciuta.
È stato introdotto nel continente europeo nella prima metà dell'800. Generalmente non richiede particolari tipi di terreno, eccezion fatta per quelli argillosi. È invece molto intollerante con le alte e basse temperature e può soffrire molto a causa di gelate tardive e siccità estive. Le altezze massime nel vecchio continente raggiungono i 60 m circa. In Italia è presente in molte zone collinari e montane, solo sotto forma di rimboschimento (essendo una specie alloctona, e cioè non propria del luogo, importata) dal Casentino alla Basilicata, dalla Campania al Trentino-Alto Adige.


Caratteristiche e descrizione dell'albero.

L'albero raggiunge notevolissime dimensioni: sono conosciute altezze nei luoghi di origine nordamericani superanti 90 m e diametri di oltre 2 m; in Europa raggiungono altezze di 50 m, con diametri fino ad 1 m.
I fusti hanno forma pressoché perfetta; gli individui isolati hanno forma piramidale, mentre all'interno delle grosse foreste gli individui anziani hanno una forma tipica conica con un tronco scoperto di circa 20÷40 m ; infatti gli esemplari giovani hanno i rami inferiori che sfiorano quasi il terreno, poiché l'auto potatura è molto lenta. Statisticamente ci vogliono 70÷80 anni affinché si abbia un tronco libero di 5 m e circa 100 anni per un tronco libero di 10 metri. La produzione di semi comincia attorno ai 20÷30 anni, poiché negli anni precedenti è scandita da cicli irregolari che portano talvolta all'assenza di produzione di semi, talaltra (generalmente ogni 5÷7 anni) a una massiccia produzione. All'interno di ogni pigna sono custoditi dai 25 ai 50 semi.
La corteccia nei piccoli alberi è sottile, liscia, grigia e contiene numerose bolle resinose. Negli esemplari maturi, è spessa 10÷30 cm e sugherosa. Le foglie sono disposte a spirale: gli aghi lunghi fino a 3,5 cm sono diritti, flessibili, appiattiti, resinosi e gradevolmente aromatici, verdi di sopra e grigiastri di sotto. La corteccia contiene fino al 18% di tannino e al 6% di zuccheri.
Questo albero raggiunge un'età di 500÷700 anni, singoli esemplari superano i 1.000 anni.


Aspetto e caratteristiche del legno.

L'alburno varia dal biancastro a tonalità chiare di giallognolo o di roseo; il durame è roseo giallastro nei fusti provenienti da zone montane (Yellow Fir) mentre in quelli provenienti da basse quote verso il Pacifico tende decisamente al roseo (Red Fir)
Gli anelli di incremento sono molto evidenti e generalmente di modesto spessore.
Peso specifico : allo stato fresco circa 710 kg/m3 ; dopo normale stagionatura circa 540 kg/m3 .
Ritiro volumetrico : moderato (scala: moderato, medio, alto, elevato)

Conduttività termica : 0,110 W / (m2 K)
Struttura istologica : tessitura da fine a media (scala: fine, media, grossolana) ;
fibratura generalmente abbastanza diritta e regolare .
Caratteristiche meccaniche :
resistenza a compressione assiale mediamente 48 N/mm2 , a flessione 87 N/mm2 ;
durezza : media (scala: discreta, media, elevata) , valore Janka 2,9 KN ;
comportamento all'urto : da basso a discreto (scala: basso, discreto, medio, buono) ;
modulo di elasticità 13.000 N/mm2 .
Durabilità : da discreta a buona (scala: discreta, buona, media, ottima) .

NOTA: i sopraindicati valori si riferiscono a dati medi (rilevati su campioni statisticamente significativi), essendo il legno un materiale naturale vivo e dunque di per sé non perfettamente uniforme (variando inevitabilmente da albero a albero).



Usi e proprietà.

È una pianta dal rapido accrescimento (nei luoghi adatti il Douglas cresce velocemente e presenta incrementi del 100 % maggiori rispetto all’abete rosso), che ne consente un ampio sfruttamento e impiego nella produzione legnosa, e si adatta a qualsiasi terreno. Il legno dell'abete di Douglas è molto richiesto, ma la resistenza e la tessiture non sono uniformi: richiede perciò un'attenta selezione per avere una buona uniformità.
Per la sua leggerezza, robustezza, elasticità e resistenza agli agenti atmosferici, l'utilizzo è svariato e spazia dalle strutture portanti (capriate, travi, composizioni lamellari) agli infissi, ai mobili, all'arredamento in genere, alla falegnameria fine, alle imbarcazioni, ai compensati e, infine, ai tranciati decorativi. In Italia per motivi di costo è poco frequente l'impiego per strutture portanti mentre prevalgono i consumi per infissi, per falegnameria fine e per l'arredamento.
È ampiamente utilizzato anche nell'industria della carta. Un abete di Douglas maturo è anche un bell'albero ornamentale e non è difficile vederlo in parchi o giardini.


Curiosità.

- Se le foglie vengono strofinate, emanano un caratteristico odore di limone.

- L' Abete di Douglas predilige terreno a ph alcalino. La pianta non matura frutto.

- A Mesa Verde (Colorado, Stati Uniti) sono stati individuati circa 3.900 siti di interesse archeologico, oltre 600 dei quali sono dimore sottoroccia. Tra queste ultime, la terza per dimensioni, è detta Spruce Tree House (letteralmente: abete albero casa) , così chiamata dai suoi scopritori nel 1888 perché dinanzi a essa sorgeva un grande abete di Douglas tagliato da un altro dei primi esploratori del sito: eretta tra il 1200 e il 1276, è composta da 140 stanze e nove camere cerimoniali
  IL LEGNO INFISSI srl – Via Poste 11, 81011 Alife (CE) - p.iva 03809910619