area riservata siti amici credits

Tenuta all'acqua (UNI EN 1027)

Viene usualmente definita “tenuta all’acqua” la capacità di una finestra di impedire le infiltrazioni d’acqua anche nel caso in cui tra un ambiente esterno piovoso e quello interno vi sia una differenza di pressione (forte vento).
Questa prova deve essere eseguita sul prodotto che ha subito le prove di carico del vento, ovvero deve dimostrare che tali prove non ne hanno diminuito la capacità di resistenza all’infiltrazione d’acqua.
Anche in questo caso vi è una procedura di prova normalizzata: l’infisso viene sottoposto a pressione progressiva, ossia a riproduzione della spinta del vento, verso cui viene pure spruzzata acqua a volume e pressione costante.
Conseguentemente, in relazione al valore della pressione raggiunta appena prima del verificarsi di infiltrazioni di acqua, viene assegnata la classe prestazionale, in base alla norma UNI EN 12208, che prevede fino a nove classi (in funzione anche del tipo di esposizione del prodotto): 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9 (metodo A - metodo B).
I prototipi base testati hanno conseguito le seguenti prestazioni limite (non necessariamente replicabili sui prodotti di serie che potrebbero presentare valori lievemente minori):

Finestra F2/AR-68/R: classe 7A
Portafinestra PF2/AR68NT: più della classe 7A (in prova fino a E750 sperimentale)
Bilico FBLCO68NT: classe 2A
Scorrevole parallelo SCARPF68NT: classe 4A
Scorrevole alzante SCH: 7A

(e rispetto a tali prestazioni vengono tarati i valori promessi sulle etichette da apporre sui serramenti).
  IL LEGNO INFISSI srl – Via Poste 11, 81011 Alife (CE) - p.iva 03809910619