area riservata siti amici credits

La normativa tecnica del serramento

Le regole di qualità hanno la funzione di strumenti di guida di questo processo: dalla definizione delle esigenze, alle procedure, alle prestazionalità.

La operatività sul campo delle regole di qualità ha avuto bisogno dell’attivazione di una normativa tecnica, specificamente finalizzata ed adottata dalle varie componenti del settore, che ha fissato sia gli obiettivi di tipo qualitativo ai quali deve tendere la produzione degli oggetti edilizi che, in particolare, le loro caratteristiche formali e dimensionali, le loro prestazioni, le modalità di prova ed i parametri unificati di misura. Il tutto insieme ad una adeguata considerazione degli aspetti formali, classificativi e di trasparenza tecnica tra i vari operatori.

In questo campo, l’attività dell’UNI (Ente Nazionale Italiano di Unificazione) si è sviluppata in collaborazione e armonizzazione nell’ambito del CEN (Centro Europeo di Normazione), per la pubblicazione di una norma comunitaria, recepita poi anche dagli altri enti nazionali. Attraverso questo dinamismo di armonizzazione normativa sono stati definiti tre tipi di argomenti normativi:

a) normalizzazione del linguaggio, dei criteri di classificazione e delle modalità di espressione dell’informazione tecnica;
b) normalizzazione dei requisiti e delle prestazioni degli elementi edilizi, e nello specifico delle finestre e porte pedonali per esterni, in ordine alle esigenze di sicurezza, di fruibilità, di benessere, etc. manifestate dall’utenza.
Operazione questa, che deve investire vari aspetti, fornendo prescrizioni relative a:

i requisiti degli ambienti e degli elementi tecnici degli organismi edilizi;
le prestazioni degli elementi tecnici edilizi, cioè i comportamenti ritenuti significativi per esprimere il grado di soddisfacimento dei requisiti;
le caratteristiche di conformità dei prodotti, vale a dire le proprietà che permettono di identificare e classificare commercialmente i prodotti finalizzati alle applicazioni in edilizia, come pure a renderli atti a fornire adeguati comportamenti prestazionali negli ambiti funzionali previsti;
i controlli da eseguire sugli oggetti edilizi e sui loro materiali costitutivi al fine di valutare i livelli prestazionali offerti e di verificare la corrispondenza a caratteristiche di conformità dei prodotti: operazione concernente la definizione delle modalità di prova e delle apparecchiature più adeguate per simulare la natura dei fenomeni sollecitanti o per sondare a fondo l’essenza e la struttura fisica degli elementi edilizi, come pure per esprimere i risultati delle prove in modo coerente con i parametri e le unità di misura fissate nella definizione delle prestazioni;
c) normalizzazione dei processi progettuali, operativi e fruitivi, cioè formulazione di codici di pratica per la guida delle operazioni di progettazione, di produzione, di messa in opera e di uso (e manutenzione) degli elementi edilizi nel rispetto della normativa qualitativa.

  IL LEGNO INFISSI srl – Via Poste 11, 81011 Alife (CE) - p.iva 03809910619