area riservata siti amici credits

Generalità sui serramenti

Come è noto, e come è stato anche illustrato in precedenza, da secoli le case sono dotate di serramenti realizzati in legno con l’inserimento di vetrate per migliorare la loro funzionalità e con l’adozione di varie fogge e decorazioni per integrarli nel disegno dell’architettura.
Successivamente, oltre all’impiego del legno, è stato introdotto anche l’uso di altri materiali: dapprima ferro, poi alluminio, ed infine materie plastiche (Pvc).

Potrebbe pensarsi, dunque, che, almeno per i tipi di serramenti di più lunga tradizione applicativa, come quelli in legno, si siano consolidate da lungo tempo le regole del buon costruire basate su soluzioni valide dal punto di vista qualitativo; invece non è così, perché l’evoluzione e l’innalzamento delle esigenze dell’utenza hanno man mano spinto ad affinamenti e miglioramenti nella conformazione dei profili e nell’impiego degli accessori, portando ad un perfezionamento continuo. Il risultato è rappresentato dal prodotto che questa azienda è in grado di fornire, che si colloca nella fascia qualitativa più alta oggi realizzabile.

I serramenti prodotti, siano essi in LEGNO ovvero in LEGNO-ALLUMINIO, hanno una caratteristica fondamentale: sono costruiti con un materiale naturale, il “legno” , che è fisiologicamente definibile come “vivo”, avente peculiari ed uniche caratteristiche chimico/fisiche oltre ed estetiche, a cui, eventualmente, può accoppiarsi esternamente l’alluminio.

Negli ultimi decenni (anni ‘80, prima metà anni ‘90) i serramenti in solo legno avevano perso gran parte della loro “credibilità” rispetto a quelli realizzati con altri tipi di materiali (alluminio, Pvc), a causa di tre fattori sostanziali:
  deformabilità (1°) e conseguente non
    ermeticità (2°) delle chiusure;
  degrado (3°) della verniciatura;
che effettivamente li facevano “perdere” nel confronto con gli altri tipi di materiali.

Poi, però, si sono largamente diffusi i “legni lamellari” e le “verniciature all’acqua” , che hanno ribaltato l’esito del confronto tra gli infissi in legno e quelli in altri materiali, riportando il legno ad avere il primato che gli spetta di diritto (come materiale più naturale, efficace, ed emozionante).
Difatti, dando per scontato che il materiale legno è il più “caldo” e certamente il più apprezzato dalle “sensazioni” umane, con la stabilità meccanica dei legni lamellari compositi e selezionati si è ottenuta una ottimale indeformabilità e con essa, insieme all’adozione di un giusto equilibrio tra guarnizioni e ferramenta a nastro avvolgenti le ante, una perfetta ermeticità (all’acqua, all’aria, al vento, ai rumori); infine, con la adozione delle verniciature all’acqua (che penetrano nel legno lasciandone aperti i pori) si è raggiunto definitivamente il risultato di avere degli strati di vernice che non corrono più il rischio, se minimamente manutenuti, di degradare (spellandosi e/o screpolandosi).
Variante migliorativa, nel senso di ottenere il massimo della garanzia con il minimo di manutenzione, è infine rappresentata dal sistema in legno-alluminio (struttura in legno, con vista interna, e copertura in alluminio, con vista esterna), che da un lato conserva la bellezza e il fascino del legno nonché la sua fisiologica coibenza termica ed acustica e dall’altro aggiunge la indiscutibile durabilità nel tempo dell’alluminio esterno anche in carenza di manutenzione ordinaria.



  IL LEGNO INFISSI srl – Via Poste 11, 81011 Alife (CE) - p.iva 03809910619